top of page

pubblicità

  • Immagine del redattorePOPCORN

Nightmare Before Christmas

Aggiornamento: 22 apr 2021

Un tenero e terrificante film di Natale

Guarda il trailer infondo alla pagina.


Oggi parleremo di Nightmare Before Christmas un lungometraggio d’animazione che è in circolazione da ben 27 anni (1993), ma che non tramonta mai, lo possiamo guardare sia ad Halloween che a Natale e ragazzi credeteci se vi dico che non è un film soltanto per bambini.

Parla di sogni di speranze e sacrificio, il tutto visto dalla prospettiva di Tim Burton, il che a volte può risultare parecchio inquietante.

Il film dalle colonne sonore fantastiche, dalla post produzione impressionante, parla di Jack Skeletron uno scheletro abitante nel paese di Halloween, che stanco di festeggiare sempre e solo Halloween tenta di portare il Natale, e lo fa, con tutte le buone intenzioni possibili, rapendo Babbo Natale dal paese di Natale e prendendo il suo posto.

Ma adesso sveliamo qualche interessante curiosità:

Forse non tutti sanno è che Burton non è il regista del film. Nei titoli di coda si legge “Nightmare Before Christmas di Tim Burton” ma questa diciamo fu solo un’azione di marketing, infatti il successo riscosso da Burton con Batman e Beetlejuice ha dato una spinta non indifferente a questo titolo. Il vero regista è Henry Selick. Burton è ideatore della storia dei personaggi nonché produttore del film, (Beh, allora Burton è un pò il padre del film, mentre Selick è colui che lo ha cresciuto, la tata?).

Jack Skeletron, il protagonista del lungometraggio appare anche in altri film di Selick, in “James e la pesca gigante” in una scena nelle vesti di capitano pirata scheletro. e in “Coraline e La porta magica”, Se osservate bene la finta madre mentre prepara la colazione per Coraline, noterete il teschio sorridente di Jack nascosto nel tuorlo dell’uovo! difficile da individuare questo, solo per veri esperti.

Il film prende ispirazione da una poesia di Tim Burton una sorta di parodia della poesia “Una visita di San Nicola” di Clement Clarke Moore, meglio nota come “Era la notte prima di Natale”, una delle poesie più famose sulle festività natalizie che ha contribuito allo sviluppo della figura di Babbo Natale per come lo conosciamo anche noi oggi. All’inizio Burton voleva far uscire il film come uno speciale per la tv, sperava diventasse un classico da guardare nel periodo natalizio. Ma fu rifiutato dalle reti televisive così si optò per le sale cinematografiche. Ma Burton ottenne ugualmente il suo intento. Chi non guarda questo film almeno una volta l’anno? Questo ci insegna che non dobbiamo mai disperarci se una strada non può essere percorsa per un qualche motivo, cercate sempre un sentiero alternativo per raggiungere il vostro obbiettivo. Grazie Tim per i tuoi insegnamenti! La Disney desiderava che Jack Skeletron avesse gli occhi. con la motivazione che un personaggio trasmette le sue emozioni attraverso gli occhi. Ma Selick e Burton si opposero energicamente a questa scelta, e alla fine la spuntarono. Fortunatamente, visto che il nostro Jack non ha bisogno degli occhi per comunicare le sue emozioni.

È importante ricordare che la Disney aveva paura che Jack Skeletron e comunque l’intera pellicola fosse troppo oscura per i canoni Disney tanto che diedero la produzione ad una loro filiale la Touchstone Pictures. Ma i segni della Disney sono all’interno del film, infatti due dei bambini attaccati dai malvagi regali di Natale indossano dei pigiama con le facce di Topolino e Paperino, magari la Disney aveva un leggero sentore che sarebbe stato un successone? Penso di si, perché dopo il successo iniziale adesso il film è palesemente targato Disney.

Nonostante il successo che ha avuto e continua ad avere il lungometraggio, Tim Burton ha più volte ribadito di non volerne realizzare un sequel. In un’intervista Tim Burton ha dichiarato: “Sono sempre stato molto protettivo nei confronti di Nightmare Before Christmas, soprattutto quando si parla di sequel o cose del genere, come “Jack visita il mondo del Ringraziamento”. Questo perché sento che il film ha una sua purezza e che piace anche per questo. Non è un genere di massa e quindi è importante mantenere e rispettare la purezza del progetto”. Caro Tim noi pensiamo che adesso dopo 27 anni sia diventato un genere apprezzato da tutti, e condividiamo appieno il motivo per cui vuoi evitare un sequel, siamo sinceri quale sequel Disney ha mai avuto la stessa energia e potenza del primo film? (Forse solo il Re Leone pensandoci bene, vabbè ma qui sono di parte!)


Adesso scopriamo qualche curiosità tecnica invece:


Sono bastati 3 giorni per comporre il primo brano della colonna sonora, mentre le riprese dell'intero film richiesero in realtà circa 3 anni e mezzo di lavoro, una proporzione niente male.

Prima di girare, ci fu un interminabile lavoro di pre-produzione dove si crearono gli storyboard di ogni inquadratura e i bozzetti per la scultura dei personaggi. Di cosa stiamo parlando? Il film per chi ancora non lo sapesse è stato girato con la tecnica dello stop-motion, chiamata in italiano “animazione a passo uno”. I nostri produttori hanno creato dei veri e propri “pupazzi” di Jack Skeletron e di tutti i personaggi del film, hanno creato le ambientazioni e hanno fatto muovere i personaggi all’interno di queste ambientazioni, un pò come quando da piccoli giocavamo con i soldatini o con le bambole. Per farvi capire la difficoltà e la pazienza che ci vuole per questa tecnica vi spiego in due parole di cosa si tratta: la stop-motion usa una particolare cinepresa che impressiona un fotogramma alla volta e per avere un secondo di girato occorrono 24 fotogrammi. In pratica: sistemo il pupazzo del mio personaggio, impressiono un fotogramma, lo risistemo con l’azione successiva, impressiono un altro fotogramma, così per 24 volte, una volta ottenuti questi 24 fotogrammi ho appena realizzato 1 secondo di film. Quindi serve all'incirca una settimana di riprese per creare un minuto di film. Ma siamo pazzi? Noi avremmo buttato tutto all’aria dopo 2 fotogrammi! Per dare vita a questo capolavoro dello stop motion ci volle un team di ben 120 persone. Un team di 4 scultori dovettero realizzare solo per il personaggio di Jack Skeletron ben 400 teste, ognuna con un’espressione o una posizione della bocca diversa. 

L’iconica scena della passeggiata di Jack sulla collina che si srotola sulle note di "Re Del Blu Re Del Mai" è stata creata grazie a un complesso meccanismo all’interno della struttura a spirale che le permetteva di srotolarsi senza rompersi. Dei fori in cima (non visibili in camera) permettevano di fissare il pupazzo alla struttura. Allo stesso modo, quando il protagonista del film cammina nella neve è stata usata una speciale schiuma che reagiva al peso della marionetta restituendo un effetto molto simile a quello della leggerezza della neve. Le orme che vediamo sul suo cammino sono quindi “autentiche”.

Proprio per la volontà di essere il più fedeli possibile alle riprese live-action, gli animatori hanno passato moltissimo tempo su una scena in particolare: quella in cui Jack apre la porta a forma di albero di Natale. Non è così semplice come sembra! Il primo piano sul pomello dorato riflette infatti Jack e tutto lo scenario dietro di lui. Ottenere il giusto riflesso, con le corrette proporzioni e la luce adeguata ha richiesto davvero molto tempo.

Il lavoro più impegnativo fu però quello di chi dovette realizzare i 19 giganteschi e dettagliatissimi set, che dovevano essere perfettamente scomponibili e ricomponibili per garantire un comodo lavoro agli animatori: ospitare botole segrete per l’accesso alle aree più scomode ed essere riprodotti in una versione preliminare 1:4 per permettere al regista di provare tutti i movimenti di macchina e le inquadrature prima di dare l’ok per la costruzione finale. Voglio ricordare 3 anni e mezzo per 76’ di pellicola, non so se ho reso l’idea.

Ragazzi il solo guardare il film senza conoscere la parte tecnica ci ha un sacco affascinati, le colonne sonore ci hanno cullato, e nonostante sia un film datato 1993 il nostro voto è un sonoro 8.8 su 10.

Mentre per quanto riguarda la parte tecnica il nostro voto è di 8 su 10.



65 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


pubblicità

bottom of page