top of page

pubblicità

  • Immagine del redattorePOPCORN

KILL BILL

Aggiornamento: 22 mag 2023

Un genere unico, come il regista TARANTINO

Guarda il trailer in fondo alla pagina


Oggi affronteremo due dei Film Cult degli anni 2000.

Kill Bill è sicuramente uno dei capolavori firmato Quentin Tarantino.

Nel volume I, vediamo la protagonista guerriera Black Mamba facente parte di un gruppo di


assassini, interpretata dalla strepitosa Uma Thurman, che rimasta incinta del suo capo decide di dare ascolto al suo lato materno e deporre le armi, così farà le valigie e scapperà in Texas sotto mentite spoglie, lì incontrerà un nuovo amore e durante le prove del matrimonio irromperanno il suo passato e i vecchi amici della Deadly Viper Assasination Squad.


Nel 2003 vince gli Empire Award per miglior regia Quentin Tarantino e miglior attrice Uma Thurman.


Nel secondo episodio vede compiersi finalmente la tanto attesa vendetta nei confronti della “D.V.A.S.”. Meno sangue, meno azione, più dialogo, più amore.

Kill Bill volume II si mantiene sugli altissimi standard del primo episodio, sicuramente un po’ più esagerato, sopra le righe, ma mai noioso, finalmente con dialoghi brillanti, uno dei migliori film di Quentin Tarantino.

Premiato come miglior film d’azione, miglior attore non protagonista e miglior attrice non protagonista ai Saturn Award.

Originariamente il volume I e II erano un unico film ma, data la durata, è stato diviso in due parti.


La famosa Pussy Wagon è davvero di proprietà del regista e l’ha guidata in giro per Los Angeles per pubblicizzare l’uscita del film.

La scena in cui Black Mamba divide una palla da baseball in due con la katana è stata fatta per davvero sul set. A farlo è stata la controfigura di Uma Thurman, Zoe Bell.

Per noi, inutile dirlo, è un must del cinema internazionale. Se vi manca questo grande cult, correte a recuperarlo perché la vita potrebbe tranquillamente dividersi in prima e dopo Kill Bill.

Il nostro voto è: 7.8






69 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il Grinch

Comments


pubblicità

bottom of page