top of page

pubblicità

  • Immagine del redattorePOPCORN

Contrattempo

Aggiornamento: 22 apr 2021

Un buon film

Vai alla fine della pagina per guardare il trailer!


Contrattempo è un thriller scritto e diretto nel 2016 da Oriol Paulo e distribuito in Italia da

Netflix. Adrián Doria è un uomo d’affari di successo. Arrestato con l’accusa di aver ucciso la sua amante Laura Vidal, viene rilasciato su cauzione. Per la sua difesa viene assunto il prestigioso avvocato Virginia Goodman, che una mattina gli fa visita annunciandogli che il pubblico ministero ha trovato un testimone oculare che presto parlerà davanti al giudice. L’avvocatessa comunica dunque all'imputato che è giunto il momento di raccontare la verità su tutta la storia e che deve farlo rapidamente. Un film adatto agli amanti dei thriller e del mistero. Pellicola piena di flashback con una storia intrecciata che tiene lo spettatore incollato allo schermo così che i 110 minuti passano senza accorgersene. La trama non ha nulla di scontato e il finale è inaspettato seppur, a nostro avviso, un po’ surreale. Poca azione nelle scene che si susseguono e ripetono ripetutamente con sempre più dettagli.

Il voto è di 8.1 dato soprattutto dall’imprevedibilità della trama e dalla bravura dei protagonisti che tengono sulle spine per tutta la durata della pellicola nonostante sia un film prettamente discorsivo. Forse non tutti sanno che il 13 dicembre del 2018 è uscito nelle sale cinematografiche un remake italiano di Contrattempo che si intitola “Il testimone invisibile”. La pellicola è stata diretta da Stefano Mordini ed ha come protagonisti Riccardo Scamarcio, Miriam Leone, Fabrizio Bentivoglio e Maria Paiato. Dal punto di vista tecnico, questo film funziona e riesce a trattenerti incollato alla poltrona grazie principalmente all'attento lavoro svolto dai realizzatori in fase di scrittura e montaggio.

Infatti nel film non sono presenti importanti effetti speciali o sequenze particolarmente interessanti, il regista riesce ad ingannare senza l'aiuto di nessuna macchinazione... si deve ragionare con intelligenza, e soprattutto, con grande spirito di osservazione e giudizio. L'unico elemento plausibile aggiunto in computer grafica è l'animale "il cervo" che sbuca all’improvviso nella scena dell'incidente e ne intravediamo un altro nuovamente nella scena in cui Adrián, il protagonista, getta l'auto nel lago. In conclusione possiamo dire, che ancora una volta ci viene dimostrato che gli elementi della cinematografia classica, come una buona storia, una regia attenta e un montaggio veramente ben fatto possano essere sufficienti anche nel 2020 a rendere un film carico di emozioni e sensazioni interessanti per lo spettatore.

Il nostro voto per la parte tecnica di questo film è di 8 su 10 non tanto per effetti speciali che lasciano a bocca aperta ma per sceneggiatura e regia curate al dettaglio.


71 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


pubblicità

bottom of page